Mortal Kombat 11 – Guida e consigli per iniziare a giocare

mortal kombat 11 consigli per iniziare
Di Marco "Bounty" Di Prospero
30 Aprile 2019

Mortal Kombat 11, come già sottolineato nella nostra recensione, porta il gameplay della serie ad un livello più alto. Netherrealm Studios ha infatti inserito nuove meccaniche che rendono il titolo più adatto al competitivo e al mondo degli Esports. Tra l’altro, le tante modalità presenti, potrebbero disorientare alcuni videogiocatori, soprattutto i meno esperti. E’ questo il motivo che ci ha spinto a creare un articolo nel quale troverete i consigli per iniziare a giocare. La guida è sicuramente adatta ai neofiti della serie ma anche ai più esperti, considerando tutte le novità apportate dalla casa statunitense.

PORTATE A TERMINE IL TUTORIAL

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di portare a termine il tutorial che vi sarà proposto a inizio partita ( e che comunque potrete recuperare accedendo alla palestra). Il tutorial in questione si è rivelato infatti decisamente dettagliato e vi mostrerà, passo per passo, tutte le vecchie e nuove meccaniche, avendo l’opportunità di provarle e studiarle a fondo. In questo modo arriverete preparati ai primi match, che siano single-player o online. Vi consigliamo altresì di acquisire competenza sull’utilizzo delle mosse speciali rinforzate e delle schivate. Mentre le prime vi permetteranno di fare più danno e di concatenare più facilmente le combo, le seconde vi consentiranno di evadere gli attacchi nemici. Quest’ultime sostituiscono infatti le combo breacker presenti nei precedenti Mortal Kombat X. Ricordatevi però che avrete a disposizioni due barre difensive e offensive. Una volta esaurite, dovrete attendere un tempo di cooldown per poterle utilizzare nuovamente.

anteprima mortal kombat 11

PERSONALIZZA ED UTILIZZA UN COMBATTENTE ALLA VOLTA

Il roster di Mortal Kombat 11 è piuttosto vario. A primo impatto potreste avere l’intenzione di utilizzare quanti più combattenti possibile. Tuttavia, se volete cimentarvi seriamente nell’apprendimento del gameplay vi consigliamo di padroneggiare un personaggio alla volta. Ogni combattente ha combo e mosse speciali differenti che richiederanno un po’ di pratica per essere attuate alla perfezione. Oltretutto, anche in Mortal Kombat 11 tornano le varianti. Di fatto, ogni personaggio disporrà di più forme di combattimento. Le varianti, pienamente personalizzabili, vi consentiranno di inserire mosse speciali diverse, oltre ad accessori, skin, fatality ed animazioni. Ai fini del gameplay dovrete ovviamente concentrarvi sulle mosse speciali, fino a trovare la combinazione a voi più consona. Tra l’altro il menù di personalizzazione vi permette anche di incastonare dei potenziamenti agli accessori del vostro combattente preferito. Purtroppo in questo caso servirà molta fortuna in quanto le gemme appariranno casualmente nelle casse della Kripta.

anteprima mortal kombat 11

DOSATE LE FATAL BLOW

A differenza di Mortal Kombat 9 e Mortal Kombat X, in Mortal Kombat 11 non troverete le X-Rays, sostituite con le Fatal Blow. Seppur simili alle precedenti per la loro animazione, tali mosse ne rivoluzionano l’attivazione. Mentre le X-Rays potevano essere attivate con il caricamento delle tre barre poste nella parte bassa dello schermo, le Fatal Blow si attivano solo dopo aver raggiunto il 30% di vita (o meno). Tra l’altro, una volta andate a buon fine, non potranno essere utilizzate per tutto il resto del match. Differente il caso in cui non riusciate a colpire il nemico. In questo caso potrete attivarla nuovamente dopo un tempo di cooldown. Avendo l’opportunità di utilizzarla una sola volta vi consigliamo di attivarla solo in caso di estrema necessità. Ad esempio se siete al primo round e siete in procinto di morire, sarà inutile utilizzare la Fatal Blow contro un nemico che ha ancora gran parte della vita. Dovrete cioè fare affidamente alle Fatal Blow solo se siete sicuri di termiare il round con una vittoria.

recensione mortal kombat 11

ESEGUITE FATALITIES E BRUTALITIES

Come da tradizione, anche in questo undicesimo capitolo i giocatori possono terminare le partite con fatalities e brutalities. Mentre le prime sono animazioni cruente e violente attivabili alla fine del match, le seconde danno fine al match in modo più rapido essendo attivabili al momento del colpo finale. In entrambi i casi dovrete essere a conoscenza di una sequenza di tasti per poterle attivare. Per le brutalities dovrete inoltre rispettare alcune condizioni durante il match. Nell’elenco comandi il gioco vi metterà a disposizioni solo le fatalities e brutalities standard mentre per le secondarie dovrete necessariamente passare per la Kripta, di cui parleremo più approfonditamente nel prossimo paragrafo. In alternativa potrete utilizzare la nostra lista fatalities e brutalities per sbloccarle fin da subito. Il motivo per cui vi consigliamo di eseguirle durante l’esperienza di gioco riguarda la possibilità di ottenere gettoni e ricompense extra. Tra l’altro, una delle monete virtuali di gioco, i cuori, può essere ottenuta solo eseguendo fatalities.

recensione mortal kombat 11

FATE UN SALTO SULL’ISOLA DI SHANG TSUNG

Tra le tante modalità presenti in Mortal Kombat 11 troviamo anche la Kripta. A differenza dei precedenti capitoli, la Kripta di Mk11 è una mappa interamente esplorabile in terza persona. Nello specifico, vi ritroverete nell’isola di Shang Tsung, piena di tesori, segreti e percorsi da sbloccare. Pur potendo sembrare una modalità di contorno, la Kripta è di fondamentale importanza. Qui potrete infatti sbloccare fatalities, brutalities, accessori, skin, gemme di potenziamento e molto altro ancora. Purtroppo per sbloccare gli oggetti più rari avrete bisogno di molta fortuna. Questo perchè il contenuto delle casse è del tutto casuale, causando un senso di frustrazione dovuto all’estremo grinding. Per facilitarvi il compito, tuttavia, abbiamo deciso di realizzare la guida completa alla Kripta per poter sbloccare l’intera mappa e raggiungere le zone di maggior interesse.

mortal kombat 11 consigli per iniziare

PORTATE A TERMINE TORRI DEL TEMPO E STORYLINE

Tra le modalità single-player, vi consigliamo di portare a termine le Torri del Tempo e la Storyline principale. Le Torri del Tempo, il cui funzionamento ricorda il Multiverso di Injustice 2, sono di fatto delle Torri Klassiche munite di modificatori che agevolano l’intelligenza artificiale. Pur essendo piuttosto ostiche, le Torri del Tempo vi permetternno di accumulare gettoni, frammenti d’anima e cuori, oltre a poter ottenere accessori e oggetti esclusivi. Stesso discorso per quanto riguarda la Storyline. In questo caso avrete l’occasione di utilizzare più personaggi fino a trovare quello più adatto al vostro stile di gioco. Tra l’altro l’avanzamento della trama vi permetterà di sbloccare Frost, unico personaggio del roster bloccato altrimenti acquistabile per 5,99 euro.

recensione mortal kombat 11

SFRUTTATE LE BATTAGLIE IA

Tra le modalità online di Mortal Kombat 11 troverete anche le Battaglie IA. Come suggerisce il nome, le battaglie sono gestite dall’intelligenza artificiale e metteranno a confronto team di tre combattenti create da giocatori reali. Considerando che le battaglie in questione vi permetteranno di ottenere utili risorse, vi consigliamo di perdere un po’ di tempo dietro la creazione della vostra squadra. Potrete ad esempio creare team difensivi o offensivi, a seconda dei parametri attribuiti a ogni combattente.

Questi dunque i consigli per cominciare a giocare a Mortal Kombat 11. Oltre al presente articolo, su Uagna potrete trovare tantissimi altri contenuti dedicati sul titolo Netherrealm Studios. Per maggiori informazioni potete visitare questo articolo che racchiude tutte le nostre guide.

 

 



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.