Rainbow Six EU League: resoconto giornata 1 stage 1

Di Mark
22 Giugno 2020

Si aprono finalmente le danze, è ufficialmente iniziata la European League, la nuova massima competizione europea per Rainbow Six Siege. Con l’introduzione di questo nuovo campionato, le squadre sono aumentate da 8 a 10 e sono sempre più agguerrite per guadagnare punti nel ranking che stabilirà la loro qualificazione, oltre che ai vari Major, al tanto atteso Six Invitational. Una prima giornata che non risparmia i deboli di cuore e si apre con il derby russo tra Team Empire Virtus.pro. Andiamo a vedere cosa è successo in queste partite.

Vi ricordo che per questa stagione ci saranno solamente due stage dato che i vari cambiamenti avvenuti al mondo competitivo di Rainbow Six sono arrivati durante quello che sarebbe dovuto essere l’inizio del primo vero stage.

TEAM EMPIRE vs VIRTUS.PRO  7- 1 (Club House)

Virtus.pro partono in attacco prendendosi ogni secondo a loro disposizione: attacco classico con breccia di Maverick ma la risposta del Team Empire è fenomenale e ottengono la prima frag su Amision che stava utilizzando proprio l’attaccante inglese. Schockwave prova il push in obiettivo ma poi ShepparD, quando tutto sembrava perso per i difensori, col più classico dei C4 da sotto mette al sicuro il primo round della loro European League. Anche nel secondo round gli Empire sembrano in forte difficoltà ma sempre lo stesso ShepparD, questa volta con Lesion, nega il plant e insieme a JoyStiCK ripulisce il site dagli attaccanti per il 2-0. Gli attaccanti non riescono a cambiare marcia e anzi, l’uso perfetto del C4 ai danni del lavoro fatto da Amision con Maverick da parte dei difensori e la gestione degli spazi da parte del solito JoyStiCK costa il 3-0 agli assalitori. Terza volta a segno con l’esplosivo da parte di ShepparD che riesce a lasciare intatto il muro di Stanza Telecamere ma poco importa questa volta dato che i Virtus.pro riescono ad impadronirsi del site per plantare e gestire in modo perfetto i 45 secondi necessari per la vittoria del round rendendo vano il clutch 1v3 dell’ultimo rimasto ShepparD. Al round 5 gli Empire chiudono molto bene il site di Capella e Arsenale agli assalitori e, complici anche di un pessimo utilizzo di gadget e abilità degli operatori, il 4-1 è facilissimo. Ancora una difesa fenomenale in Palestra e Camera da Letto con ShepparD che trova una traiettoria incredibile dal site al muro aperto da Maverick in corridoio e gli assalitori che cadono come mosche davanti alla difesa degli Empire. 5-1 e inversione delle parti. Gli Empire non accennano a cambiare marcia impadronendosi di due interi piani della mappa in poco più di un minuto anche se i primi scontri a fuoco arrivano a circa 50 secondi dalla fine e portano via tutti insieme i cinque difensori con il primo flawless della competizione che porta i nuovi assalitori sul matchpoint. I Virtus.pro provano una difesa larghissima prendendo posto un po’ su tutti i piani della mappa ma non riescono a gestire la straripante azione degli Empire nonostante Amision abbia rischiato un enorme clutch 1v4.

Un derby caldissimo che, come tutti i big match, si conferma una partita praticamente impronosticabile. Partendo dai Virtus.pro, prestazione un po’ insipida in generale e soprattutto inaspettatamente inefficace da parte di uno dei propri trascinatori, wTg. Pessima la prestazione di Amision che messo fuori gioco dal C4 ben tre volte su tre, è praticamente stato assente fino all’ultimo round. Dire che siano tornati gli Empire è forse un po’ troppo presto ma la prestazione è assolutamente convincente, ottimo esordio, ottimo JoyStiCK ma soprattutto divino ShepparD che si è dimostrato l’unico vero counter per Maverick, che fosse davvero karzheka a tarpare le ali del roster ?

MVP: ShepparD.Empire

TEMPRA ESPORTS vs CHAOS ESPORTS CLUB 6-6  (Costa)

Arriva subito il turno dell’esordio del primo team italiano di tier 1 nel match tra i “nostri” Tempra Esport e gli svedesi dei Chaos. Partenza molto aggressiva di VITO che prova lo spawnkill con Vigil ma viene fermato appena in tempo da Shinka lasciando immediatamente i suoi in inferiorità numerica. Prosegue l’azione offensiva calma ma determinata dei Tempra che lasciano SHA77E tutto solo e chiudono l’1-0. Trade e contro trade nell’apertura del secondo round che vede subito scontri a fuoco molto violenti che portano i Tempra al plant ma Renuiltz, rimasto 1v1, si inventa una specie di parkour per arrivare alla disattivazione del defuser e agguantare il pari momentaneo. Anche nel terzo round le ostilità iniziano nei primi secondi sempre con Renuiltz che porta via P4 con Buck dal roster avversario per poi, però, morire poco dopo. I difensori reagiscono immediatamente con cryn che trova una doppia e lascia Shinka 1v3. Il primo a cadere è proprio l’ex G2 ma è REDGROOVE a metterci una pezza e dare il 2-1 ai suoi. Ingenuità di P4 all’inizio del round 4 che cade ai danni di REDGROOVE, dopo pochi secondi gli attaccanti sono decimati e SHA77E si vendica per il primo round uccidendo Voy. Il ritmo dei primi secondi si ammortizza e lo spawnkill lascia spazio alla tattica. Dirza si porta prende la stanza di Acqurio con un headshot stupendo, i Tempra si portano sul 3v1 ma la troppa confusione dell’azione offensiva li porta a perdere in superiorità numerica con il clutch di cryn e i Chaos che prendono le distanze sul 4-1. I Tempra provano a cambiare marcia con la tripla di Chaoxys che apre la strada all’ultima vittoria offensiva del team italiano che con Shinka chiude la kill feed e guadagna il 4-2.  A parti invertite sono i nuovi difensori a dominare la scena rispondendo ad un attacco ordinatissimo da parte dei Chaos ma poi REDGROOVE, ignorando i Magnet di Wamai spreca le sue utilities e concede il 4-3. L’ottavo round segue un ritmo molto più lento dei precedenti anche se non manca lo spettacolo: prima kill a un minuto dalla fine con il flick assurdo di SHA77E su CHaoxys e poi, insieme alla furia di cryn, i Chaos si portano sul 5-3 con un flwaless perentorio. Il coraggio dei Tempra nella difesa di Attico e Home Theather non viene pagato e l’azione dei Chaos tra Gridlock e fumogene isola Shinka in un 1v3 irrecuperabile per arrivare al matchpoint. D’ora in poi i Chaos sprecheranno ben tre matchpoint regalando al pubblico una fortissima prestazione difensiva soprattutto nell’ultimo round dove gli svedesi, totalmente in palla, non riescono a sfondare in obiettivo e concedono il 6-6 per il primo pareggio in assoluto.

Un punto per parte dunque in una partita dai ritmi altissimi caratterizzata da difese e attacchi all’insegna dell’aggressività. I Chaos hanno sciupato tre round mancando quelli che sarebbero stati tre punti d’oro per iniziare questa stagione, i Tempra che, risentendo del livello più basso della Challenger League, dovranno abituarsi ai ritmi più alti della massima competizione.

MVP: cryn.Chaos

TEAM VITALITY vs BDS ESPORTS  1-7 (Costa)

Il secondo dei tre derby di giornata tra due dei team più insidiosi del girone europeo. I Vitality, arricchiti dai nuovi acquisti affrontano i connazionali dei BDS in un match che vale tre punti pesantissimi. Neanche a farlo apposta apre le danze Shaiko portando via l’entry fragger avversario, risze, e BBooAF, Elemzje si scatena con una doppia lasciando Fabian da solo che realizza una doppi a sua volta prima di essere ucciso. Ancora Elemzje con un C4 apre le danze, BriD si scatena contro i suoi ex compagni con una stupenda tripla e 2-0 molto facile per i BDS. Al terzo round i Vitality riescono a trovare la prima kill su Elemzje e successivamente su Shaiko ma i Vitality perdono anche Goga, in fase di plant, e risze. Hungry prova a recuperare il disinnesco ma nulla da fare per lui con RaFaLe che interviene e porta i suoi sul 3-0.  Ancora sfida tra entry fragger con Shaiko che priva ancora i Vitality di risze praticamente dall’inizio del round, continuano a cadere gli attaccanti lasciando sempre il solito Fabian che nulla può contro quattro avversari (4-0). Fabian riprende da dove ha lasciato e annienta Elemzje, i Vitality effettuano un push velocissimo che taglia fuori i difensori, consente il plant a Goga e isola uno Shaiko che, rimasto con 2 hp, aveva solamente i secondi contati. Azione fenomenale di BriD che con Smoke riesce a diventare una vera e propria spina nel fianco per Goga nel tentativo di plant con il timer che arriva a zero e i Vitality che guardano il 5-1 consumarglisi davanti agli occhi. I BDS passano in attacco con Elemzje che sfrutta la verticalità e porta via Hungry ben presto , Fabian cade sotto i colpi di un BriD sempre più incattivito che alla fine si porta via anche Goga e conquista il round valevole del matchpoint per il 6-1. Reagiscono i Vitality portando via Elemzje ed un opaco Renshiro alla prima occasione utile, i BDS pareggiano i conti uccidendo risze e BBooAF dopo pochi secondi, Shaiko toglie Hungry da Bar Alba ma muore sotto i colpi di un Goga one shot che non riesce ad impedire il plant per poi morire poco dopo.

Altra vittoria nettissima in questa caldissima serata di esordio della European League, in questo secondo derby, questa volta di nazionalità francese. I BDS sono macchine spietate, incastrate perfettamente nella tattica e travolgenti ogni cosa nel loro percorso. Shaiko stupendo, come del resto BriD che non soffre la separazione dal suo vecchio team. I Vitality sono sicuramente partiti col piede sbagliato, un team di fenomeni che forse deve ancora trovare il giusto modo di combinarsi ed amalgamarsi alla perfezione perché sappiamo che in quel roster le potenzialità non mancano, staremo a vedere.

MVP: Shaiko.BDS

G2 vs ROGUE 7-2 (Villa)

L’ultimo derby della prima giornata di European League è quello targato GSA tra G2 e Rogue. Da un lato un superteam che sta dominando la classifica nel campionato di lingua tedesca, dall’altro un team che si è arricchito non poco con l’acquisto di karzheka ma che fatica, anche nel campionato di casa, a macinare risultati. I Rogue partono molto efficaci in difesa con LeonGids che porta via Kantoraketti e UUNO, Virtue va al re-frag ma viene fermato da Korey che a sua volta perde la vita per mano di Pengu, quest’ultimo poi, insieme a CTZN annienta gli ultimi tre avversari rimasti e porta a casa l’1-0. Nel secondo round i Rogue fermano gli avversari appena in tempo per il plant con Aceez che realizza una tripla e poi stende anche Kantoraketti per pareggiare i conti. Il terzo round inizia lento ma accelera rapidamente con Kanto che si vendica e realizza il primo ace della competizione in pochi secondi squagliando la difesa avversaria come un coltello rovente nel burro per il 2-1. Torna in sé LeonGids che con un C4 impedisce il breach a Pengu. La situazione si scalda rapidamente ed i Rogue iniziano a decimare gli attaccanti ma CTZN realizza un clutch 1v3 giocato non sono con grande abilità ma soprattutto con grandissima intelligenza. Altra vendetta stavolta di Aceez proprio sul carnefice dei compagni nel round precedente che prima di andarsene da Camera matrimoniale fa esplodere anche Virtue, i G2 si addormentano e gli avversari ne approfittano per mettere a segno un flawless. Ancora CTZN che prende in controtempo LeonGids nei primi secondi all’interno dello stabile, gli assalitori rallentano per organizzare efficacemente l’attacco e nel tentativo di plantare, Kantoraketti si prende tre vite avversarie restituendo il flawless e portandosi sul 4-2. Si invertono i ruoli ma lo spettacolo non ne risente, uno scambio di frag velocissimo fa uscire i difensori in superiorità numerica con i Rogue che provano a ruotare da Camera da letto dove UUNO e Pengu chiudono gli avversari, grazie anche a qualche leggerezza nella fase di dronaggio e mettono ben 3 round di distanza nel 5-2 complessivo. Ottavo round sullo scoreboard con Kantoraketti che continua a fare un ottimo lavoro in fase di entry frag, UUNO che si nasconde al piano seminterrato utilizzando il C4 da sotto e il resto del team che semplicemente asseconda la sete di sangue del fragger per il secondo flawless e l’accesso al primo matchpoint. Concerto di esplosivi da parte di Virtue e UUNO con Pulse e Bandit che si conlcude in un nulla di fatto anche se di lì a poco i Rogue saranno ridotti ad un elemento, ripz, che dopo aver ucciso proprio il giocatore australiano e Oryx, impersonato da Kantoraketti, viene sistemato, tanto per cambiare dal solito CTZN.

Non ci sono parole per descrivere quanto i G2 sono stati determinati nel raggiungere questi tre punti. Un team la cui storia ha solo vittorie nel palmares che si vuole candidare a iniziare un nuovo ciclo iniziando proprio da questo risultato, una vittoria d’alta classifica che gli concede il primo scontro diretto. I Rogue confermano uno stato di forma non ottimale riflesso nel quinto posto in GSA. Staremo a vedere cosa succederà nelle prossime settimane.

MVP: CTZN.G2

NATUS VINCERE vs TEAM SECRET (Oregon)

Con i favori del pronostico i Na’vi si apprestano all’esordio in European League contro il team che forse è considerato il più sfavorito visto il passato non glorioso in Challenger League, posto che questo non sia uno stimolo per stupire tutti noi in attentissimo ascolto. Team Secret parte molto bene ottenendo la prima frag ai danni di Saves, poi Kendrew, dopo aver fermato il plant con il C4 mette a segno una tripla e il punto sul primo round in pochissimi secondi. Doki e Saves avvolgono gli assalitori portandosi via prima Drvn poi Exp0 sfruttando proprio la lentezza dei Secret e la difficoltà che incontrano nella raccolta di informazioni. Panix e Kendrew, poi, senza problemi, raccolgono le ultime due frag e allungano (2-0). Doki sfiora lo spawnkill su Hife che non viene confermato e può essere dunque soccorso per poi uccidere lo stesso difensore. Gli attaccanti vanno al breach da Camera matrimoniale e pur in vantaggio rimangono bloccati da Panix e neLo da due parti diverse, Drvn riesce a pushare in obiettivo e durante il plant Hife realizza una tripla con cui arriva il primo round vinto ed il 2-1. Al quarto round ancora spettacolo di Hife che si prende il corridoio di Sala Conferenze e realizza tre kill con l’aiuto di KS con il cecchino di Kali che si riscalda dopo 3 round a secco. Saves in veste di angelo custode di Doki durante l’assalto da due lati dei Secret che porta alla kill dei due difensori e poi al push sugli altri tre rimasti rimontando sul momentaneo 3-2. Ultimo round prima dell’inversione con i Na’vi che tornano a difendere Lavanderia praticamente tutti da interni e la tattica si traduce in un totale disastro dopo il push degli attaccanti che a pochi secondi dalla fine trovano la strada per il site e lo puliscono da tutti i difensori volando verso il 4-2. Ancora una volta è Saves a finire sotto i proiettili per primo stavolta ad opera di Prano ma l’attacco dei Na’vi è un assalto a praticamente 360° e i Team Secret lo soffrono al punto da perdere tutte le vite in pochi secondi concedendo il 4-3. L’ottavo round vede i difensori presidiare la zona di Lavanderia un po’ come gli avversari, spettacolare il modo in cui i cinque attaccanti vengono distrutti da ogni lato concedendo il flawless ai Team Secret che viaggiano sulle ali dell’entusiasmo. Grande doppia di Exp0 che in modo velocissimo si porta a casa anche un’altra vita avversaria prima di concedere la sua, gli scambi continuano velocissimi e Prano alla fine, con l’ultima frag conquista il 6-3 accedendo al primo matchpoint. La difesa dei Secret viene totalmente annichilita con la grandissima doppia di Kendrew e le speranze del pari aumentano. I Secret cercano di aspettare gli avversari cercando di tenersi strette le proprie vite ma Exp0 si lascia trasportare in un pick ingenuo e da quel momento, Doki entra in site in modo impeccabile e fa carne da macello di ben tre difensori lasciando solo Hife abbandonato a sé stesso. Nell’ultimo round ancora Doki conuna tripla che passeggia per l’obiettivo praticamente impunito e isola Prano al piano di sotto, per il quale, è solo questione di attimi prima di venire ucciso

Partita inpronosticabile, il Team Secret, arrivati un po’ per caso all’ultimo respiro in European League erano assolutamente dati come meno favoriti rispetto ad una squadra che ha chiuso la scorsa Pro League con vittorie davvero importanti. Entrambi i team vanno molto pesanti alla ricerca della kill senza mai riuscire a plantare e risolvendo la questione in una costante mattanza, lavoro che tra tutti, ha svolto meglio di tutti Doki, motivo per cui si merita il mio personale titolo di MVP della giornata.

MVP: Doki.Na’vi

CLASSIFICA PLAYDAY 1 STAGE 1 

  1. Team Empire 3pt
  2. BDS Esports 3pt
  3. G2 3pt
  4. Team Secret 1pt
  5. Tempra 1pt
  6. Chaos 1pt
  7. Natus Vincere 1pt
  8. Rogue 0pt
  9. Team Vitality 0pt
  10. Virtus.pro 0pt

 

*() tra parentesi la differenza round

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento