Rainbow Six Siege: ecco come si evolve il mondo competitivo dopo l’addio alla Pro League

Di Mark
20 Maggio 2020

Con la Stagione 1 dell’Anno 5 diciamo addio al vecchio format della Pro League di Rainbow Six Siege, che ora, sarà organizzata in modo differente, ma sempre per regioni, ma per saperne di più, vi invito a cliccare qui. Vi ricordo, inoltre, che sul nostro sito è presente un recap di tutto ciò che è stato annunciato nell’ultimo evento relativo ad Operation Steel Wave che vi lascio qui sotto.

Rainbow Six Siege: tutto ciò che bisogna sapere su Operation Steel Wave

European League dunque. Si tratta della nuova competizione di massimo livello per la nostra regione, ma andiamo a vedere subito come funziona.

A LIVELLO GLOBALE: ROAD TO SIX INVITATIONAL

Innanzitutto cambia la struttura della stagione, non sarà più semestrale ma annuale (da marzo a febbraio). Da marzo a dicembre avranno luogo le quattro competizioni regionali indipendenti divise in tre stage, alla fine di ciascuno dei quali, vedremo i quattro team migliori qualificarsi per il Six Major. A seconda della loro qualificazione nei vari stage e dei risultati ottenuti nei Major, i team otterranno punti per le classifiche globali. A dicembre, i 16 team con più punti nella classifica globale saranno automaticamente qualificati per il Six Invitational più altri quattro team provenienti da ciascuna regione tramite i Regional Open Qualifiers portando dunque il totale a 20 squadre.

EUROPEAN LEAGUE: COME FUNZIONA.

Il totale sarà di 10 squadre che competeranno in un sistema round robin, vale a dire che ogni team incontrerà gli altri 9 del proprio girone per completare uno stage. Una vittoria è compensata con 3 punti, il pareggio con 1 e zero punti per la sconfitta. Mentre, come anticipato in precedenza, i team nelle prime quattro posizioni si guadagnano il Six Major, le posizioni dalla quinta all’ottava totalizzeranno comunque punti per la classifica globale e così per tutti e tre gli stage. Alla fine del terzo stage, si sommeranno tutti i punteggi ottenuti per ottenere una classifica assoluta dalla quale otterremo le quattro squadre che si giocheranno il titolo di campione europeo, mentre, dall’altro lato della classifica, l’ultimo team verrà retrocesso in European Challenger League ed il penultimo farà un playoff con il secondo della Challenger per un posto in European League.

COME SI ACCEDE ALLA CHALLENGER LEAGUE

Qui entrano in gioco i maggiori campionati nazionali: i campioni nazionali occuperanno un posto nella seguente EU Challenger League, se il campione nazionale è già in Challenger League, sarà il team in seconda posizione a prendere il suo posto. Dunque, i vari campioni nazionali insieme ai vincitori dello European Open Qualifier saliranno in Challenger.

Cosa ne pensate ? Vi piace come idea ?

 

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento