[Rumor] Black Ops Cold War Zombies ambientato dopo Tag der Toten, nuovi dettagli

Di Andrea "Geo" Peroni
19 Settembre 2020

Con la versione Alpha di Black Ops Cold War in pieno svolgimento su PS4, uno degli insider più attivi (e affidabili) del mondo di Call of Duty torna a farsi sentire parlando di un argomento particolarmente delicato: la modalità Zombies.

Clicca qui per giocare in anteprima a Black Ops Cold War!

Come sappiamo, il nuovo videogioco sviluppato da Treyarch e Raven riporterà in scena la modalità Zombies, ormai un classico per le produzioni della software house di Santa Monica che la creò in occasione di World at War nel 2008 come semplice contenuto bonus e che diventò invece col tempo uno dei marchi di fabbrica della serie Call of Duty.

Da alcune settimane sappiamo che la modalità tornerà anche su Black Ops Cold War, e in occasione del reveal del multiplayer abbiamo avuto anche la possibilità di dare un primissimo sguardo a ciò che ci attende. Da ciò che abbiamo visto e ciò che vi abbiamo raccontato, sembra proprio che rivedremo la storica Nacht der Untoten, forse in una forma rivisitata e ampliata, mentre c’è ancora chi sostiene che anche TranZit sarà “protagonista” di questa nuova modalità.

Per il momento, non abbiamo ancora notizie ufficiali in merito, ma l’insider TheGamingRevolution è tornato alla carica poche ore fa sganciando la proverbiale bomba per quanto riguarda la modalità Zombies, e alimentando quelle che sono teorie già molto accreditate negli ultimi tempi: la Storia Etere, in qualche modo, continuerà.

Su Twitter, l’insider si è lasciato andare ad alcune considerazioni e commenti su questa nuova esperienza Zombies, confermando, secondo le sue fonti, quello che i giocatori già ritengono plausibile da diversi giorni: l’universo narrativo iniziato in World at War continuerà ancora una volta, ma non nel modo che alcuni si aspettavano (o volevano).

Uno dei presupposti chiave da cui TGR parte è che la nuova storia avrà legami diretti con ciò che abbiamo visto su Black Ops 4:

La trama di Black Ops Cold War Zombies continua subito dopo Tag Der Toten, per quei fan della storia Etere che se lo stessero chiedendo

Questo non significa però che Zombies riporterà per forza in scena Richtofen e gli altri amatissimi personaggi. Ciò che ci ritroveremo di fronte sarà invece una nuova storia ambientata nello stesso universo, che presenterà le conseguenze delle azioni dei giochi precedenti:

È davvero la fine per Primis, Ultimis e Victis, ma la storia continua dopo Tag Der Toten, dove tutto è stato inviato all’etere oscuro e l’universo era libero dalla corruzione, ma non per molto… La storia della campagna e degli zombi sono sempre stati nello stesso multiverso.

L’insider suggerisce inoltre che, come anche noi vi avevamo fatto notare, gli indizi per la prosecuzione dell’universo narrativo erano già sotto i nostri occhi con la Monkey Bomb apparsa nel teaser trailer, a cui si aggiunge anche il noto jingle del perk Juggernog, udibile in sottofondo:

Sono sorpreso che molte persone pensassero che in realtà non fosse la Storia Etere dopo aver visto una bomba scimmia e sentito Juggernog

Infine, una chiusura con tanto di critica, nei confronti di molti utenti che lamentano questo presunto (e plausibile) ritorno nell’universo Etere. Come giustamente fa notare TGR, moltissimi utenti furono scontenti della Storia Caos di Black Ops 4 poiché inedita e non interessante come la storyline Etere, e dunque la scelta di Treyarch non è così assurda come si possa pensare:

Come fanno così tante persone ad arrabbiarsi per questo? Ragazzi, avete fatto a pezzi la storia Caos perché era nuova. Questa è fondamentalmente una nuova storia pur essendo ancora collegata alla vecchia. È perfetto.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento