Sony chiarisce alcuni aspetti della retrocompatibilità su PS5

Di Marco "Bounty" Di Prospero
20 Marzo 2020

Lo scorso 18 marzo Mark Cerny ha mostrato le specifiche della nuova PS5. Oltre a mostrare la velocità di caricamento del nuovo SDD, è stato fatto un passaggio sulla retrocompatibilità della nuova console. Cerny ha infatti dichiarato che la retrocompatibilità si sarebbe limitata ai 100 migliori giochi di PS4 e PS4 Pro. Inutile dire che questa affermazione ha causato un malcontento generale. E’ questo il motivo per cui Hideaki Nishino, Senior Vice President di Sony Interactive Entertainment ha deciso di pubblicare un post sul Blog ufficiale Playstation. L’uomo ha infatti chiarito alcuni aspetti della retrocompatibilità su PS5. “Siamo lieti di confermare che le funzioni di retrocompatibilità funzionano correttamente. Di recente abbiamo dato un’occhiata ai primi 100 titoli per PS4 per tempo di gioco complessivo e ci aspettiamo che quasi tutti siano giocabili su PS5 al momento del lancio. Su PS4 sono stati pubblicati oltre 4000 giochi: continueremo a effettuare test e nel corso del tempo espanderemo la retrocompatibilità a sempre più titoli“.

Queste le parole di Nishino, che sembra confermare la retrocompatibilità (post-lancio) di tutti i giochi usciti su PS4 e PS4 Pro. Tra l’altro, come nel caso della retrocompatibilità di Xbox Series X, anche la potenza di PS5 dovrebbe permettere di migliorare il frame rate e la giocabilità di ogni titolo. Come era facile aspettarsi, quindi, i giochi PS3 e PS2 non saranno supportati dalla nuova console Sony.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento