Horizon – La serie TV Netflix fa passi avanti e trova il suo showrunner

Di Andrea "Geo" Peroni
26 Agosto 2022

Sebbene Netflix abbia ordinato che la quarta stagione di The Umbrella Academy sarà anche l’ultima, il produttore esecutivo e showrunner Steve Blackman ha rinnovato l’accordo con la piattaforma streaming per lo sviluppo di due serie TV. Una di queste, come avrete già capito, è quella tratta dalla celebre serie di videogiochi Horizon, sviluppata da Guerrilla Games.

In base al patto pluriennale, Blackman scriverà e produrrà nuove serie e altri progetti per Netflix sotto il suo marchio di produzione Irish Cowboy appena lanciato. Oltre a Orbital, Blackman si dedicherà all’adattamento di Horizon Zero Dawn.

Negli ultimi mesi Netflix aveva raggiunto un accordo con PlayStation Productions per realizzare una serie TV basata su Horizon Zero Down di Guerrilla Games, ambientata negli Stati Uniti post-apocalittici abitati da creature robotiche e seguendo l’abile cacciatrice emarginata Aloy.

Horizon Zero Dawn e Orbital sono progetti elevati, a livello di evento, basati su personaggi che i fan adoreranno e con cui si relazionano, che sono i tratti distintivi delle produzioni di Irish Cowboy”, ha affermato Blackman. “Siamo entusiasti di lavorare con Netflix e tutti i nostri partner per sviluppare queste storie rivoluzionarie”.

Secondo le prime notizie, la serie Netflix sarà un prequel di Horizon: Zero Dawn, ambientata nel periodo del collasso della civiltà umana che nel gioco di Guerrilla veniva riportata attraverso le poche informazioni rimaste dal mondo antico.

Le ultime novità riportate da Blackman lasciano invece intendere che la serie sarà un adattamento delle avventure di Aloy. Citiamo il comunicato dello studio di produzione:

Co-creata da Steve Blackman e Michelle Lovretta, Horizon Zero Dawn è un’epica serie di avventure fantascientifiche ambientata mille anni nel futuro, in uno strano e bellissimo mondo pieno di tribù primitive e macchine high-tech, tutte costruite sulle ossa degli “Antichi” – le rovine dei nostri attuali Stati Uniti. Il disastro che ha distrutto il nostro mondo è da tempo dimenticato, ma quando queste macchine un tempo pacifiche si trasformano misteriosamente in pericolosi cacciatori di tutta la vita, una giovane emarginata di nome Aloy scopre che l’unica possibilità per salvare il suo mondo è combattere per scoprire cosa è successo al nostro.

Si tratta di uno dei numerosi adattamenti per il cinema e la TV attualmente in sviluppo presso PlayStation Productions, la divisione di Sony che si occupa appunto delle IP PlayStation sul grande schermo. Insieme al film di Days Gone, annunciato recentemente, troviamo il film di Gran Turismo diretto da Neill Blomkamp, l’adattamento cinematografico di Jak & Daxter, e le serie TV di God of WarHorizon e Twisted Metal.

A questi si aggiunge anche la serie The Last of Us di HBO Max, di cui pochi giorni fa è stato diffuso il primo teaser trailer.

Sony ha inoltre dato il via libera a un adattamento cinematografico di Gravity Rush, il gioco action adventure uscito per la prima volta su PS Vita.

Fonte




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento