Willem Dafoe loda Tom Holland e parla del suo Goblin in Spider-Man: No Way Home

Di Andrea "Geo" Peroni
20 Gennaio 2022

Spider-Man: No Way Home è stato un enorme successo al botteghino per Sony e i Marvel Studios, segnando il più alto incasso dall’inizio della pandemia COVID-19 ed entrando anche nella top 10 di tutti i tempi.

Parte di questo successo non è solo dovuto al nome che si è fatto il Marvel Cinematic Universe negli anni passati, ma anche ovviamente per la presenza di alcuni pezzi da novanta nel cast. Oltre a Tom Holland, in No Way Home abbiamo assistito al ritorno di Alfred Molina nei panni del dr. Octopus, di Jamie Foxx come Electro, e naturalmente di Willem Dafoe che ancora una volta ha ripreso il ruolo del folle Goblin.

In una recente intervista con GQ, è stato proprio Dafoe a parlare dello Spider-Man di Tom Holland, il secondo col quale ha a che fare sul set dopo Tobey Maguire nella trilogia di Sam Raimi. L’attore ha lodato la giovane stella del cinema per l’impegno e la costanza, oltre che per la sua prestanza:

Ammiro molto la sua disciplina e il suo impegno per il ruolo. E fisicamente era incredibile.

Nel corso della stessa intervista, Dafoe ha anche spiegato perché e come ha accettato di tornare nei panni di Goblin.

LEGGI ANCHE: Tom Holland sarà in Spider-Man: Across the SpiderVerse – Part One?

Durante i colloqui con Sony e i Marvel Studios, l’interprete di Norman Osborn ha richiesto esplicitamente che non fosse presente con un semplice cameo o una piccola parte, ma che diventasse un elemento importante della narrazione.

“È divertente fare le sequenze d’azione, è divertente avere risorse”, ha spiegato Dafoe. “Faccio molti film con problemi di budget. Quindi è bello avere tutte le cose tecniche con cui lavorare. È davvero divertente fare quelle cose perché sono pure. Sono pure perché quello che stai facendo è quello che fai stai facendo. E il tuo cuore e la tua mente ti seguono.”

A proposito di Dafoe, Tom Holland aveva spiegato alcune settimane fa un divertente aneddoto di un suo particolare incontro con l’attore sul set di Spider-Man: No Way Home, che fu anche per lui una vera sorpresa:

In realtà è stata una storia divertente di quando ho incontrato Willem per la prima volta. Ovviamente a quel tempo  era un grande segreto che così tanti villain fossero nel film. Quindi andavano in giro per il set con questi mantelli e naturalmente sai che questi attori erano molto entusiasti di tornare e portare questi i ruoli tornano in vita che sono venuti sul set una settimana prima che iniziassero le riprese per vedere com’era. […] Mi sono semplicemente imbattuto in questo ragazzo con un mantello. Ero tipo, ‘Attento amico.’ E si è tolto il cappuccio e mi sono quasi spaventato davvero. “Oh merda, il Goblin è qui”. Era adorabile, era davvero meraviglioso. Una vera gioia lavorare con lui”.

Spider-Man: No Way Home non sarà l’ultima apparizione cinematografica di Tom Holland nei panni dell’iconico supereroe.Amy Pascal di Sony ha infatti confermato lo sviluppo di una nuova trilogia di Spider-Man nel MCU, ancora una volta in collaborazione con i Marvel Studios. Una notizia che i fan si aspettavano, specialmente dopo la scena post crediti di Venom: La furia di Carnage che ha lasciato intuire l’unione sempre più salda tra l’MCU e l’universo creato da Sony.

LEGGI ANCHE: No Way Home, primi dettagli delle edizioni Blu Ray e DVD

Anche Vincent d’Onofrio, che nel MCU interpreta Kingpin, ha espresso la volontà di far parte un giorno di uno dei film di Spider-Man, per riproporre una delle rivalità più note della storia a fumetti dei due personaggi.

Ecco la sinossi del film:

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

Spider-Man: No Way Home è nuovamente diretto da Jon Watts, ed è uscito nei cinema il 15 dicembre 2021. Il cast comprende Tom Holland, Jacob Batalon, Benedict Cumberbatch, Zendaya, Jamie Foxx, Alfred Molina, Marisa Tomei, Thomas Haden Church, Rhys Ifans, Benedict Wong, JK Simmons, Charlie Cox, JB Smoove, Angourie Rice, Martin Starr, Tony Revolori, Hannibal Buress, Tobey Maguire e Andrew Garfield.

Andrew Garfield parla di No Way Home ed è pronto a tornare come Spider-Man in futuro

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento