Dopo il caso Cyberpunk 2077, i giocatori ora “sperano” di attendere più a lungo per GTA 6

Di Andrea "Geo" Peroni
12 Dicembre 2020

Sembra incredibile, ma è tutto vero: nonostante siano passati più di 7 anni dall’uscita dell’ultimo capitolo della serie, i giocatori sperano ora che l’attesa per Grand Theft Auto VI duri ancora.

Non è tanto, ovviamente, un desiderio quello espresso dai giocatori che in queste ore stanno sposando il particolare pensiero, quanto una constatazione: il caso Cyberpunk 2077 insegna che per costruire un videogioco colossale, oggi, una software house ha bisogno di moltissimo tempo.

Giovedì 10 dicembre l’attesissimo GDR open world di CD Projekt Red è finalmente uscito sul mercato, dopo molti rinvii. Le prime recensioni della stampa, tratte dalla versione PC, parlavano esattamente di ciò che i giocatori si aspettavano: un mostro di bellezza, almeno per quanto riguarda configurazioni molto elevate che erano capaci di mettere in mostra tutto l’enorme lavoro e il mastodontico mondo realizzato dai creatori di The Witcher.

Al momento dell’uscita, però, i giocatori hanno dovuto fare i conti con la crudele realtà: Cyberpunk 2077, su console old-gen, è un disastro tecnico evidentissimo. Ve ne abbiamo parlato più approfonditamente qui, anche se vi segnaliamo che proprio oggi è stata resa disponibile una nuova patch che sembra abbia corretto i primi problemi – siamo in attesa di feedback anche da parte vostra.

Tutto ciò ha portato non solo a una serie di problemi interni a CD Projekt Red, ma anche a un’imprevedibile discussione a riguardo di Grand Theft Auto VI: secondo sempre più giocatori, infatti, Rockstar dovrebbe prendersi ora tutto il tempo necessario per poter completare il suo prossimo kolossal.

In un post intitolato “After Playing Cyberpunk 2077, R* Should Take Its Sweet Time”, l’utente di Reddit ExoBoot descrive il lancio della versione console del gioco targato CD Projekt Red come un “pasticcio”, ed esprime la speranza che Rockstar non cada negli stessi problemi.

Non mi interessa se GTA VI uscirà nel 2024. Basta non avere fretta e regalaci un’esperienza straordinaria.

Nel thread, sono arrivate molte risposte positive al pensiero dell’utente, che crede che Rockstar abbia il dovere di prendersi tutto il tempo necessario per non ripetere l’errore della software house polacca con Cyberpunk 2077:

Potete tutti voi ORA finalmente smetterla di lamentarvi del fatto che Rockstar sia così silenziosa? Ci stanno facendo un favore.

Un altro utente ricorda ad esempio che è meglio non annunciare qualcosa troppo presto – altro riferimento non troppo velato proprio a Cyberpunk 2077, annunciato più di 5 anni fa – mentre in un’altra risposta vengono ricordati i trascorsi di Rockstar, che fanno certamente ben sperare:

I Rockstar sono maestri nel non correre. RDR2 ha richiesto quanto, 8 anni di sviluppo? Ed è stato rilasciato in uno stato dannatamente buono.

Strano ma vero, dopo anni di richieste verso Rockstar Games per avere al più presto GTA 6, ora la tendenza sembra essere quella contraria: meglio attendere ancora, a patto poi di avere tra le mani un capolavoro.

In effetti, Rockstar Games non ha mai annunciato ufficialmente GTA VI, anche se, stando agli ultimi report dalla software house, sembra proprio che l’attesissimo gioco sia in sviluppo da parecchio tempo. Le stime parlano del tardo 2022/2023 come prima finestra possibile di lancio, ma fino a che non si sbottoneranno i creatori, non potremo fare considerazioni realistiche.

GTA 6 esclusiva temporale PS5? Secondo qualcuno, sì!

Nel frattempo, GTA 5 e GTA Online saranno rilanciati anche su PS5 e Xbox Series X|S nel 2021, con nuovi contenuti, update e una veste grafica migliorata – almeno per quanto riguarda alcune versioni.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento