Arriva la conferma: universi degli Spider-Man di Maguire e Garfield sono ora canonici con il MCU

Di Andrea "Geo" Peroni
29 Dicembre 2021

La già ricca timeline del MCU si è allargata ancora di più.

Proprio pochi giorni fa, sui nostri canali social, vi abbiamo condiviso una timeline aggiornata del Marvel Cinematic Universe, che comprende le ultime uscite del 2021 come Hawkeye, What If, Eternals e Spider-Man: No Way Home, che ha da poco superato il miliardo di dollari al botteghino internazionale.

È stato però proprio Spider-Man: No Way Home, anche se possiamo dire che il processo era già lentamente iniziato con la serie Loki, a dare il via a quello che potremmo definire come il Multiverso Cinematografico Marvel, che dunque non comprende più solamente quella che è la timeline principale – o Sacra Linea Temporale, come era definita dalla TVA.

La dicitura multiversale non è affatto un’esagerazione, perché ora l’MCU ha davvero a che fare con un multiverso di storie e personaggi. La prossima avventura in solitaria (o quasi) di Doctor Strange, ad esempio, sarà incentrata proprio sulla visita verso altre realtà e altre varianti, come abbiamo visto nel primo trailer.

Sebbene già Loki, come dicevamo, abbia introdotto questo importante concetto narrativo, è con Spider-Man: No Way Home che sono iniziati i veri botti, con l’arrivo di visitatori da altri universi come Goblin, Octopus ed Electro che sono stati catapultati nel MCU dopo l’incantesimo di Strange.

LEGGI ANCHE: No Way Home, i primi dettagli dell’edizione DVD e Blu Ray

Questi visitatori, che potremmo definire varianti, sono personaggi ben noti di saghe cinematografiche precedenti o prima estranee al MCU, come la saga di Spider-Man di Sam Raimi e i due The Amazing Spider-Man di Marc Webb. Considerando che alcuni dei personaggi di queste saghe sono apparsi nel nuovo Spider-Man: No Way Home, possiamo ora considerarli come parte del canon dell’Universo Cinematografico Marvel? La risposta ce la dà la Marvel stessa, ed è affermativa!

ATTENZIONE: Seguiranno spoiler su Spider-Man: No Way Home. 

Multiverso Cinematografico Marvel

Siamo nella parte spoiler dell’articolo, dunque possiamo ribadirlo: in No Way Home non sono presenti soltanto i villain delle precedenti iterazioni cinematografiche di Spider-Man, ma anche gli stessi Tobey Maguire e Andrew Garfield nei panni dei loro rispettivi Peter Parker da realtà parallele. L’apparizione di Garfield è stata particolarmente apprezzata, tanto che i rumor suggeriscono che Sony stia pensando di coinvolgerlo in altri film nei prossimi anni.

Tom Holland ha parlato pochi giorni fa della straordinaria opportunità di poter lavorare con Maguire e rivederlo in azione nei panni dell’iconico supereroe, e a tal proposito i fan si sono chiesti se a questo punto gli altri due Spider-Man possano essere considerati canonici come parte del MCU – o comunque del multiverso di realtà che viene mostrato ed esplorato.

La risposta è arrivata direttamente dalla Marvel, ed è affermativa: gli Spider-Man di Maguire e Garfield, così come le loro realtà parallele, sono ufficialmente canon nell’MCU.

Il sito ufficiale della Casa delle Idee è stato infatti aggiornato pochi giorni fa con due pesanti spoiler per chi non ha visto il film. Sono infatti state pubblicate le immagini ufficiali dei due Spider-Man di Maguire e Garfield, con tanto di descrizione. Il primo è stato ribattezzato come “Friendly Neighborhood Spider-Man”, mentre il secondo ha mantenuto ovviamente la sua dicitura di Amazing Spider-Man, ribadita anche nel film con un simpatico scambio di battute.

In entrambe le descrizioni, viene fatto riferimento all’ingresso nel canon del Marvel Cinematic Universe. Sotto l’immagine di Maguire, ad esempio, viene riportato:

Il nostro amichevole eroe di quartiere entra nell’MCU con il suo costume iconico.

La stessa cosa viene riportata come dicevamo anche in riferimento al personaggio di Andrew Garfield.

Timeline da aggiornare?

Ciò significa che la timeline del MCU è nuovamente da aggiornare? Assolutamente no.

La trilogia di Spider-Man di Sam Raimi è stata distribuita all’inizio del 2000, mentre i due film con Andrew Garfield risalgono al 2012 e 2014. L’MCU ha raccontato e continua a raccontare vicende che si incastrano in vari momenti storici (basti pensare che Captain Marvel è ambientato negli anni ’90), ma il fatto che ora i vari Peter Parker siano canonici non significa che le loro vicende siano accadute all’interno della timeline principale del Marvel Cinematic Universe.

Possiamo infatti affermare che l’MCU è ora composto da una multitudine di universi, di cui ne conosciamo uno “principale” noto anche come Sacra Linea Temporale (quella degli Avengers, per intenderci) e altri paralleli in cui le cose sono andate diversamente. Due di questi sono appunto gli universi degli Spider-Man “varianti” di Maguire e Garfield, mentre molti altri, come abbiamo visto in What If…?, sono nati dopo il caos generato in Loki.

Spider-Man: No Way Home non sarà l’ultima apparizione cinematografica di Tom Holland nei panni dell’iconico supereroe.Amy Pascal di Sony ha infatti confermato lo sviluppo di una nuova trilogia di Spider-Man nel MCU, ancora una volta in collaborazione con i Marvel Studios. Una notizia che i fan si aspettavano, specialmente dopo la scena post crediti di Venom: La furia di Carnage che ha lasciato intuire l’unione sempre più salda tra l’MCU e l’universo creato da Sony.

Ecco la sinossi del film:

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

Spider-Man: No Way Home è nuovamente diretto da Jon Watts, ed è uscito nei cinema il 15 dicembre 2021. Il cast finora confermato comprende Tom Holland, Jacob Batalon, Benedict Cumberbatch, Zendaya, Jamie Foxx, Alfred Molina, Marisa Tomei, Thomas Haden Church, Rhys Ifans, Benedict Wong, JK Simmons, JB Smoove, Angourie Rice, Martin Starr, Tony Revolori, Hannibal Buress.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.


Commenti (2)


  1. L uomo della pioggia


Scrivi un commento