Report rivela i piani originali della Marvel per Spider-Man e Venom, bloccati da Sony

Di Andrea "Geo" Peroni
14 Novembre 2022

I piani iniziali dei Marvel Studios per lo Spider-Man di Tom Holland erano abbastanza diversi rispetto a quello che abbiamo visto finora sul grande schermo, e questo a causa delle pressioni di Sony.

Qualcosa si sta muovendo intorno al franchise di Spider-Man, e non sono da escludere annunci importanti nelle prossime settimane, forse in concomitanza con l’anniversario di No Way Home. Secondo le voci di corridoio, Tom Holland ha raggiunto un importante accordo con Sony e Marvel Studios, che lo porterà a interpretare Peter Parker ancora in molti film.

Le due aziende collaborano dal 2015, quando, dopo la morte prematura della saga di The Amazing Spider-Man, il personaggio venne integrato nel MCU regolarmente. Certo, le cose non sono andate sempre per il verso giusto (ricordate il divorzio nel 2019?), ma oggi sembra tornata la serenità tra Sony e Marvel, specie dopo che Spider-Man: No Way Home ha stabilito un nuovo record di incassi per la serie.

Una serenità che, come abbiamo ricordato, è stata sul filo del rasoio in almeno un’occasione, con discussioni non solo per quanto riguarda il mero denaro, ma anche la gestione stessa della storia del personaggio.

Lo youtuber Heavy Spoilers ha recentemente riportato che i Marvel Studios, stando alle sue fonti, avevano altri piani per la costruzione della storia di Peter Parker. Uno dei punti più importanti riguardava la storyline del celebre costume nero di Spider-Man, che avrebbe poi introdotto il simbionte Venom nel MCU. Sony, però, non ha accettato queste condizioni, e ha dato il via al franchise standalone di Venom nel 2018, appena un anno dopo Spider-Man: Homecoming.

Lo youtuber afferma:

La Marvel aveva inizialmente questo grande piano che avrebbe lentamente introdotto il costume nero […] Quando Sony ha avviato il franchise di Venom, ci sono stati molti problemi dietro le quinte.

Uno dei temi che portarono al famoso divorzio nel 2019 potrebbe dunque essere proprio la gestione di Venom, che ha costretto i Marvel Studios a cambiare i propri piani.

Ciò significa che il costume nero e il simbionte non faranno mai parte del MCU? No, non è detto, anche se, riporta lo youtuber, molto probabilmente il prossimo Spider-Man 4 con Tom Holland “non si concentrerà sulla storia del costume nero”, poiché i Marvel Studios vogliono conservare ora questa storyline per un altro film – forse Avengers: Secret Wars, per seguire quelle che furono le vere origini di Venom nei fumetti.

Da alcune settimane si vocifera poi del coinvolgimento di Venom, con Sony che lo vorrebbe rendere definitivamente parte integrante del MCU. In quel caso si parla però di un vero e proprio “trasloco di universo” da parte del personaggio di Tom Hardy.

Spider-Man: No Way Home non sarà l’ultima apparizione cinematografica di Tom Holland nei panni dell’iconico supereroe.Amy Pascal di Sony ha infatti confermato lo sviluppo di una nuova trilogia di Spider-Man nel MCU, ancora una volta in collaborazione con i Marvel Studios. Una notizia che i fan si aspettavano, specialmente dopo la scena post crediti di Venom: La furia di Carnage che ha lasciato intuire l’unione sempre più salda tra l’MCU e l’universo creato da Sony, così come anche le scene finali di Morbius.

Anche Vincent d’Onofrio, che nel MCU interpreta Kingpin, ha espresso la volontà di far parte un giorno di uno dei film di Spider-Man, per riproporre una delle rivalità più note della storia a fumetti dei due personaggi, mentre Tom Holland ha dichiarato di sperare in un’apparizione di Daredevil in Spider-Man 4.

Ecco la sinossi del film:

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

Spider-Man: No Way Home è nuovamente diretto da Jon Watts, ed è uscito nei cinema il 15 dicembre 2021. Il cast comprende Tom Holland, Jacob Batalon, Benedict Cumberbatch, Zendaya, Tobey Maguire, Andrew Garfield, Jamie Foxx, Alfred Molina, Marisa Tomei, Thomas Haden Church, Rhys Ifans, Benedict Wong, JK Simmons, Charlie Cox, JB Smoove, Angourie Rice, Martin Starr, Tony Revolori, Hannibal Buress.

Parlando del Marvel Cinematic Universe, Kevin Feige al Comic-Con di luglio ha annunciato l’intera Fase 5 e alcuni progetti della Fase 6 tra cui il ritorno degli Avengers con ben due film. Le due fasi, insieme alla quarta in fase di conclusione, comporranno la Multiverse Saga dei Marvel Studios.

I prossimi progetti della Fase 4 includono:

Sony sta inoltre sviluppando il suo SSU, che comprende anche i futuri film su Kraven il CacciatoreEl Muerto e Madame Web, In quest’ultimo film in particolare, le cui riprese sono in corso, potrebbero comparire alcuni importanti personaggi legati alla famiglia di Spider-Man. Sydney Sweeney, secondo i report, sarà Spider-Woman.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento