#iorestoacasa | 5 anime da guardare a inizio 2020

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
29 Marzo 2020

L’isolamento causa Coronavirus ha dato fondo alle più disparate forme di intrattenimento digitale: videogiochi, serie tv, film e chi più ne ha, più ne metta. Tra questi non possono mancare gli anime giapponesi, che accompagnano la cultura geek da anni, ma che possono essere scoperti anche da nuovi “seguaci”, anche grazie alla nostra rubrica #iorestoacasa.

Nel frattempo vi proponiamo altri articoli che possono aiutarvi nella permanenza casalinga:

Ecco quindi una lista di anime da guardare a inizio 2020.

Vi ricordiamo inoltre, di dare una sbirciatina ai migliori anime da vedere del 2019.

Dorohedoro

La trama è incentrata su un uomo di nome Cayman, alla ricerca della sua vera identità dopo una trasformazione da parte di uno stregone, che lo ha lasciato con la testa di un rettile e nessun ricordo della sua vita precedente. Insieme alla sua amica Nikaido, assalta violentemente gli stregoni nella città di Hole, con l’obiettivo di portargli la testa in bocca, dove apparirà una strana faccia e confermerà se lo stregone che ha morso è il responsabile della sua trasformazione oppure no. In qualche modo, Cayman è immune agli effetti magici e di conseguenza è estremamente pericoloso per gli stregoni. La notizia di un assassino dalla testa di lucertola immune alla magia attira l’attenzione di En, un potente stregone e capo di un sindacato noto come “La famiglia En”, che invia i propri sottoposti ad uccidere Cayman. Lo stile di quest’opera è abbastanza singolare, visto il mash up tra vari generi fantasy, splatter, magia e azione. Sicuramente non è un anime tranquillo, ma siamo qui appositamente per consigliarvelo.

My Hero Academia 

In un mondo in cui la maggior parte della popolazione umana possiede superpoteri, etichettati come “Unicità”, il giovane Izuku Midoriya sognava di diventare un eroe, nonostante fosse vittima di bullismo da parte del suo violento amico d’infanzia Katsuki Bakugo, per mancanza di Unicità. Entrambi i ragazzi idolatrano l’eroe numero 1, All Might, tuttavia quest’ultimo, dopo aver visto la determinazione del giovane Izuku di fronte ad una situazione di pericolo, gli rivela la natura della propria unicità “One For All” e gliela trasmette. Mentre Izuku inizia il suo percorso per diventare un eroe frequentando il liceo U.A. insieme a Bakugo e altri studenti della classe 1-A, la nemesi di “One For All” di nome All For One, fa il suo ritorno, addestrando un giovane deviato di nome Tomura Shigaraki, a distruggere la società e i suoi eroi. Attualmente sta andando in onda la quarta stagione di questo anime, che è riuscito a raccogliere un grande numero di consensi sin dall’inizio della sua pubblicazione.

Darwin’s Game 

Lo studente giapponese diciassettenne Kaname Sudo, viene invitato tramite una misteriosa mail dal suo amico Kyoda, a provare una nuova app per smartphone: “Darwin’s Game”. Dopo averla installata ed avviata, Kaname viene coinvolto in un gioco sconvolgente e si accorgerà di non poter lasciarlo, anzi al suo interno i combattimenti sono reali ed è in ballo la sua sopravvivenza. Sconfitto il suo primo avversario, fa la conoscenza con Shuka, una giocatrice molto forte che subito lo sfida. Dopo aver capito come usare il Sigil, e aver sconfitto Shuka, i due decidono di allearsi. Il gioco di Darwin è un killing game in cui i punti sono alla base di tutto. Fintanto che si avranno punti, non si raggiungerà il Game Over, anche perdendo un incontro. Il gioco è sincronizzato ad un’app con lo stesso nome che, una volta scaricata e avviata, farà apparire un serpente che, morderà il giocatore e lo registrerà nel gioco automaticamente. Quest’ultimo morso è anche l’origine del Sigil (Sigillo), un’abilità straordinaria, usata principalmente nel gioco e nelle sfide.

Black Clover 

Asta e Yuno sono due ragazzi abbandonati da neonati e cresciuti in un villaggio rurale nel Regno di Clover. Entrambi hanno un unico desiderio: diventare il prossimo Imperatore Magico, il mago più potente del regno. Yuno sviluppa fin da subito un talento innato, ottenendo un raro grimorio col quadrifoglio, mentre Asta purtroppo risulta essere privo di potere magico e quindi senza la possibilità di evocare il libro magico contenente gli incantesimi. Ma un giorno tutto cambia. Infatti durante uno scontro con un ex cavaliere magico che tenta di rubarlo, Asta convoca un grimorio nero danneggiato con un trifoglio a cinque foglie che gli dona una spada in grado di annullare la magia, con la quale sconfigge il ladro. Qui ha inizio l’avventura dei due giovani, per entrare nei reggimenti dei cavalieri magici del Regno di Clover e ambire al titolo di Imperatore Magico. Black Clover non è una serie recentissima, infatti è in onda dal 2017, tuttavia continua ad essere messa in onda tutt’ora, essendo un anime shounen molto seguito e di successo.

Pet

Nell’antica Cina, gli artisti marziali avevano sviluppato una tecnica psicoattiva che consentiva loro di entrare nel subconscio della mente umana manipolando le memorie dei loro nemici attraverso il loro “Picco”, dove sono visibili i loro ricordi più preziosi e la loro “Valle”, dove il loro la maggior parte dei ricordi negativi sono soppressi. Più tardi nel corso del 21° secolo, un’organizzazione chiamata “The Company” ha il compito di ritrarre e proteggere i discendenti degli artisti marziali, trasformandoli in “Animali domestici” (Pet), sicari usati dalla malavita per coprire incidenti, omicidi, e tutti i tipi di crimini. Tsukasa e Hiroki, una coppia di Pet, seguono gli ordini dell’azienda mentre iniziano lentamente a scoprire i suoi segreti, nonché una trama che coinvolge il collega Satoru e il suo ex padre adottivo, Hayashi. Questi anime Seinen, si discosta dai canoni delle serie che vi abbiamo elencato sopra e si addentra di più nella psicologia, nel mistero e nello scoprire le conseguenze devastanti che portano a corrompere la mente delle persone.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.




Scrivi un commento